“Rescue my will to live”


Andre Matos – Time to be Free
Anno: 2008
Etichetta: SPV
Distribuzione: Audioglobe

Autore: Enzo Pignataro – 31/03/2008

 
Andrè Matos, una delle voci più particolari oggigiorno in circolazione in ambito metal, è un tipo alla mano, gentile, simpatico, ma è pignolo, un perfezionista, che proprio per questo in passato ha finito per scontrarsi con le persone umanamente e professionalmente a lui più vicine; manager e/o compagni di band che fossero, nell’ordine. E se per fare le cose per bene si finisce per passare per despota, avrà pensato Andrè, allora tanto vale andare via, esporsi e assumersi in prima persona oneri e onori di un progetto artistico. Che con "Time To Be Free" si concretizza in un album che diventa la sintesi del passato e del presente di un musicista per la prima volta davanti al pubblico a volto totalmente scoperto, per un debutto solista che convince, anche se con qualche riserva.
Pubblicato prima in Giappone, sul finire del 2007, "Time To Be Free", concept album dalle tematiche intime e personali, arriva oggi in versione ufficiale anche sui nostri scaffali. Una manovra, questa, dettata da non meglio precisate ragioni contrattuali, e che facilmente ci sentiamo di interpretare come il risultato di una certa diffidenza da parte delle case discografiche nei confronti di un artista che dalla sua dipartita dagli Angra, non è più riuscito a mettere insieme un risultato netto e indiscutibile, in grado di convincere gli indecisi e nello stesso tempo rinfrancare i fan.
Messo il proprio nome in copertina, perso Confessori, trovato Eloy Casagrande (quindicenne, figliol prodigo della batteria), e reclutato il chitarrista Fabio Ribeiro ad affiancare con il proprio talento solistico un Hugo Mariutti più a suo agio in fase ritmica, Andrè sorprende e finisce per dare alla luce la sua miglior release da almeno un paio di lustri a questa parte. E infatti in Giappone ha finalmente fatto faville. E ha messo l’acquolina in bocca anche delle label del resto del mondo.
E infatti, alla fine, eccoci qua.
 

About Janus

Janus Aureus is my recently-inaugurated personal blog (written in portuguese, but with some texts in english as well). Fiore Rouge is my old (but still very active - in fact, more than Janus :P) blog (I started it back in 2005). Mentalize is a fan-made website (since 2005). if you wish to contact me for any reason, visit my blog and leave a comment OR see email above (top left) - no, my name's not Andre - actually, I'm not even a guy! LOL Long story... O Janus Aureus é meu blog pessoal - escrito em português - ainda sem muito conteúdo, pois foi começado no final de dezembro de 2011. Já o Mentalize foi aberto em 2005 e está escrito em várias línguas *rs* Privilegio o uso do inglês ali porque o pessoal estrangeiro não tem muitas informações sobre o AM. Quem quiser entrar em contato comigo por qualquer motivo, deixe um comentário nos meus blogs ou use o email que está aí em cima à esquerda (e não, eu não sou o Andre - aliás, sou mulher!).

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s