Chissà dove sarebbero arrivati


Un’Opinione di ghost80 su Angra (15 Giugno 2001)
La valutazione di questo autore:   

Vantaggi:

Tecnicamente inappuntabili

Svantaggi:

Difficoltà di reperimento dei dischi

Lo consiglieresti ai tuoi amici?

Sì 

Opinione completa


Peccato registrare lo scioglimento di questo gruppo, che personalmente reputavo l’unica valida alternativa tecnica, parlando con le dovute cautele, ai maestri Dream Theater. I due gruppi non sono paragonabili musicalmente a causa del loro diverso genere (e sfido chiunque a dire che gli Angra facevano prog metal!), ma in un certo senso gli Angra si stavano avviando su una strada che li avrebbe portati molto lontani.Tecnicamente inappuntabili, i 5 elementi del gruppo (tutti diplomati al conservatorio!) hanno fuso le ritmiche speed-metal con moltissimi elementi di musica sinfonica e musica etnica brasiliana, creando un mix dalle potenzialità enormi che non tralascia nulla al caso. La cosa che ha penalizzato il gruppo secondo me è stato il rimanere troppo attaccati ad un etichetta metal che alla lunga li ha portati un pochino lontani dalle vette toccate dai Dream Theater, anche se va detto che con FIREWORKS qualcosa stava cambiando. Brucia pensare al loro scioglimento xchè a mio avviso gli Angra avrebbero fatto col tempo un ulteriore salto di qualità che li avrebbe portati nell’Olimpo della musica e ad una fama maggiore, cosa che purtroppo non è stato possibile sinora a causa del semianonimato in cui hanno vissuto e continueranno,ahimè, a vivere. Il gruppo continuerà ad esistere, ma senza la sua anima vocale Andrè Matos, coinvolto recentemente con altri 2 ex membri del gruppo nel progetto VIRGO. La carriera degli Angra inizia subito col "botto", con "ANGEL’S CRY" che dimostra subito l’effervescenza tecnica dell’intera band. Notevoli CARRY ON e la cover WUTHERIN’ HEIGHTS di Kate Bush in cui Matos dimostra x intero la sua spaventosa estensione vocale. Con "HOLY LAND" la band introduce definitivamente la musica etnica nel suo stile, con il capolavoro CAROLINA IV, seguita da Z.I.T.O. e da NOTHING TO SAY che da sole varrebbero il prezzo dell’intero cd. FIREWORKS, l’ultimo lavoro della band prima della separazione, denota una rinnovata capacità tecnica e preannuncia quello che sarebbe stato il cammino della band se non fossero sopraggiunti i problemi che hanno causato lo scioglimento. Questo è sicuramente il meno orecchiabile degli album, ma è anche quello + ricco di spunti tecnici, grazie anche al supporto della sezione d’archi della FILARMONICA di Londra. X concludere, un pizzico d’immaturità creativa ha forse precluso alla band il salto di qualità definitivo, ma se questi sono i risultati c’è poco di che lamentarsi.

 
****************************
 
Un valido gruppo metal, spero continui ad esserlo

Un’Opinione di cactus su Angra (27 Febbraio 2001)
La valutazione di questo autore:   

Vantaggi:

Ottimi album e sound superlativo .

Svantaggi:

La divisione del gruppo .

Lo consiglieresti ai tuoi amici?

Sì 

Opinione completa


Sin dal primo album, gli Angra hanno meravigliato migliaia di appassionati di metal e non con un sound sì potente e melodico (che potrebbe far pensare ai gruppi di power metal della vecchia Europa), ma fortemente caratterizzato da percussioni e ritmi latini. Essendo infatti un gruppo brasiliano è riuscito a fondere negli album (tra tutti ‘Holy Land’) quelle atmosfere calde e così sudamericane. Dietro questo c’è anche la preparazione artistica e musicale dei componenti del gruppo che è lungi dal sottovalutare. A dimostrazione di questo basti ascoltare il primo album ‘Angels Cry’ per rendersi conto delle potenzialità degli Angra, ma bisogna spettare il secondo album ‘Holy Land’ perchè la band maturi quel sound che prediligo, intriso di atmosfere latino-americane percepibilisime in canzoni come ‘Carolina IV’ ma soprattutto nella stessa ‘Holy Land’. Arrivando poi all’ultimo album ‘Fireworks’ questo sound non è più predominante, ma la qualità del prodotto è sempre altissima. Canzoni come ‘Paradise’ o ‘Metal Icarus’ fanno capire all’ascoltatore che il genere predominante negli Angra rimane invariato ma ogni volta cercano di muoversi verso sonorità differenti. Sembra incredibile che dopo un album del genere questa band si sciolga per motivi interni che esistevano già da un po’ di tempo stando alle dichiarazioni dei componenti. Rimangono perciò a portare avanti gli Angra i due chitarristi Rafael Bittencourt e Kiko Loureiro, mentre il cantante André Matos il bassista Luis Mariutti e il batterista Ricardo Confessori proseguono assieme un’altro progetto.

 
****************************
 
UN Peccato

Un’Opinione di Claudiasbk su Angra (3 Settembre 2000)
La valutazione di questo autore:   

Vantaggi:

Abbastanza

Svantaggi:

Nessuno

Lo consiglieresti ai tuoi amici?

Sì 

Opinione completa


Un gran peccato e una grande delusione per la loro rottura inaspettata anche se effettivamente esiste tutt’ora il gruppo ma mancano, a mio parere, i migliori anzi il migliore Andrè Matòs. Ci si aspettava che un gruppo con le loro potenzialità diventasse uno dei gruppi intramontabili anche se con i loro pochi anni di vita hanno lasciato un vero e proprio segno nella storia di "come fare" Heavy Metal; ci si aspettava ansiosamente il nuovo album con il loro maglifici concerti, ora ci resta solo ricordare i loro concerti. A mio parere il migliore per partecipazione, del pubblico e la loro, è stato quello al Rolling Stone di Milano(Il 20 febbraio’99)dove la band ha dedicato al funs italiani e solo a loro "Fight of Ikarus" dei Iron Maiden e una delle loro canzone più impegnative "Stand Away". Speriamo in un loro ritorno…..  

 
****************************
 
Angra

Un’Opinione di WarLord su Angra (15 Dicembre 2000)
La valutazione di questo autore:   

Vantaggi:

Grande gruppo che sfrutta ottimamente il virtuosismo

Svantaggi:

Il gruppo si è sciolto !

Lo consiglieresti ai tuoi amici?

Sì 

Opinione completa


Angra, un gruppo caratterizzato dalla grandissima e potentissima voce di André Matos, dalle chitarre dei rapidissimi Bittencourt e Loureiro, dal basso tecnico di Mariutti, e dall’inconfondibile stile di un batterista come Confessori.
Il gruppo brasiliano si scioglie dopo 5 soli anni di vita lasciando smarriti tutti i fans nel mondo.
Il gruppo ha inciso alcuni singoli e 5 album:

– Freedom Call con la martellante cover della canzone "PAINKILLER"
– Angels Cry con la meravigliosa cover della canzone di Kate Bush "WUTHERING HEIGHTS"
– Holy Land con grandi melodie come "Z.I.T.O." o grandi ritmi come "NOTHING TO SAY"
– Holy Live un CD Live con 5 canzoni dai loro albums.
– Fireworks con grandi influenze di stili BrasilianiIl gruppo fonde un sound profondamente METAL con influenze Classiche, ed addirittura con ritmi Brasiliani tipici.

Una band così non può essere tralasciata dall’audiofilo di musica E METAL E ROCK.Vale la pena ascoltare prima o poi le loro canzoni.
In particolare sono consigliate:

– Carry On saggio perfetto delle grandi qualità del cantante MATOS
– Angels Cry fusione di sound Metal e Classico
– Streets of Tomorrow tendenza ad un Heavy Metal che ritorna al SOFTdal loro Album "Angels Cry"

– Nothing to say canzone potente e di grande effetto
– Make Believe canzone lenta con grande influsso di musica classica
– Z.I.T.O. canzone di virtuosismo chitarristicodal loro Album "Holy Land"

– Lisbon quasi una METAL BALLAD, grande canzone di effetto
– Petrified Eyes influssi Jazzistici caratterizzanti
– Speed canzone di virtuosismoLa band brasiliana ora sciolta, si riformerà con nuovi cantante, bassista e batterista sotto il vecchio nome.
Il resto della vera band, invece, ha formato un gruppo chiamato gli "Shaman".
Il cantante MATOS sta realizzando un progetto chiamato VIRGO con Sascha Paeth orientato su un Rock Melodico stile Queen.

http://www.angra.net Angra WebSite
http://www.virgo.de Virgo WebSite 

****************************

speed

Un’Opinione di mr_deaconray su Angra (23 Marzo 2001)

La valutazione di questo autore:   

Vantaggi:

delizia

Svantaggi:

si sono sciolti

Lo consiglieresti ai tuoi amici?

Sì 

Opinione completa


Angra, angra, ma cosa mi conmbinate….???????????????
Dopo aver sfornato un album del calibro di Fireworks vi sciogliete come dei peracottari?
Maledetti!
I 5 ragazzoni brasiliani di così belle speranze,che erano riusciti a oscurare la popolarità dei compatrioti Sepultura(anche se di due generi completamente diversi)l’hanno combinata davvero grossa….
Bittencourt e Loureiro(Fenomeno!!)ad un certo punto hanno deciso di comune accordo con la crema della band, voce d’angelo Matos, mano veloce Mariutti e quell’altro animale da palco di Confessori di separarsi.
PERCHE’?????????????????
perchè distruggere le speranze musicali di folle e folle(tra cui me mio fratello e quel pazzo del mio amico che mi aiuta nelle recensioni)???
basta comunque con la sfera + prettamente personale e torniamo alla loro musica…
parliamo di Angel’s cry, primo loro album famoso tra i non addetti ai lavori (ascoltatori di metal, anche se melodico come in questo caso)soprattutto per la cover di Wuthering heights (cantata originariamente da Kate bush!!!!!!e riproposta senza problemi dal nostro idolo Andrè Matos)e per Carry on, evil warning, time per quelli che già masticano speed metal.
si capisce già dall’ inizio del disco che ci sanno proprio fare con assoli di ogni strumento, riff elaborati ed un cantato che in alcuni tratti non ha nulla da invidiare a Freddie Mercury(Ci rendiamo conto di chi è Freddie???)
Il secondo album, per me il migliore, è Holy land, un concept di 10 canzoni veramente 1 più bella dell’altra, tra cui spiccano Nothing to say e l’imponente Carolina IV di oltre 10 minuti, che penso abbia lasciato scioccati anche i Dream Theater…
oltre a queste sicuramente da ricordare Make Believe e Deep Blue, forse le due canzoni che consiglio per cominciare ad entrare nel mondo angra.
Fireworks per me è una fusione del genere più heavy di Angel’s cry con il più melodico holy land.
il risultato è un album dalle mille facce, di difficile interpretazione e anche assimilazione.
Gentle change resta per me una delle più belle canzoni degli angra e sono sicuro che non sfigurerebbe nemmeno in mezzo ai "successi" di quella porcata di Mtv.
L’ultimo accenno riguarda la voce unica di Matos.
se ne avete la possibilità sentite, fatevi prestare o scaricare Speed, tratta da fireworks.
nell’ultima parte effettua una scala di voce Bb D F G che lascia di sasso.
Ci rendiamo conto che quel sol finale è una nota che un uomo non potrebbe cantare(o almeno non c’era mai riuscito nessuno!!!!!!!!!)
Se potete, fidatevi, ascoltateli perchè ne vale veramente la pena, è un vero peccato che si siano sciolti, avrebbero potuto dare ancora molto alla musica mondiale per me.

http://www.ciao.it/Angra__38527

About Janus

Janus Aureus is my recently-inaugurated personal blog (written in portuguese, but with some texts in english as well). Fiore Rouge is my old (but still very active - in fact, more than Janus :P) blog (I started it back in 2005). Mentalize is a fan-made website (since 2005). if you wish to contact me for any reason, visit my blog and leave a comment OR see email above (top left) - no, my name's not Andre - actually, I'm not even a guy! LOL Long story... O Janus Aureus é meu blog pessoal - escrito em português - ainda sem muito conteúdo, pois foi começado no final de dezembro de 2011. Já o Mentalize foi aberto em 2005 e está escrito em várias línguas *rs* Privilegio o uso do inglês ali porque o pessoal estrangeiro não tem muitas informações sobre o AM. Quem quiser entrar em contato comigo por qualquer motivo, deixe um comentário nos meus blogs ou use o email que está aí em cima à esquerda (e não, eu não sou o Andre - aliás, sou mulher!).

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s